Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259

Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259
Vino rosso Centopassi - "Acquadolce"
"Acquadolce"
 

Vino rosso Centopassi

24 gennaio 2015

il Centopassi Bianco Sicilia IGT e il Centopassi Rosso Sicilia IGT, sono entrambi a prevalenza di vitigni autoctoni, da suoli posizionati fino a 600 metri di altitudine.

Le uve di questi due blend provengono da vigneti situati nell’entroterra siciliano e gestiti direttamente dalla Cantina Centopassi, insieme a viticoltori locali che ne condividono l’impegno e il percorso qualitativo.

Cura maniacale nel vigneto e costante attenzione alla qualità sono alla base del lavoro quotidiano di Centopassi. Le vigne recuperate all’abbandono e quelle di nuovo impianto accolgono i vitigni che hanno dimostrato di interpretare al meglio il territorio siciliano.

La messa in funzione, dalla vendemmia 2009, della cantina aziendale a San Cipirello, è un altro importantissimo passo verso l’eccellenza, che si ambisce presto a raggiungere: Centopassi Bianco Sicilia IGT e Centopassi Rosso Sicilia IGT vendemmia 2009 sono il frutto di tutti questi progressi.

Scheda Tecnica

Vitigni: Nero d’Avola, Perricone

Tipologia: Sicilia Indicazione Geografica Tipica

Vigneti: Tagghia Via (500 m/slm) e Saladino (600 m/slm) a Monreale

Viticoltura: biologica certificata

Sistema di potatura delle vigne: guyot

Vendemmia: manuale, ultima decade di settembre

Vinificazione: diraspatura dell’uva e macerazione per 6–8 giorni a temperatura di 24-26°C

Maturazione: in tini di acciaio per circa 6 mesi

Affinamento: almeno un mese di bottiglia prima della messa in commercio

Rese: 80 quintali/Ha

Acidità Totale: 5,10 g/l

Gradazione Alcolica: 13,5%

Cantina Cento Passi

Lungo il nostro cammino per le strade del vino, sempre più gente vuole far parte di questa avventura, e ne è conquistata. Se è un vino da ricordare, tutto è ancora più bello, ancora più straordinario.

Centopassi fonde l’attività di due realtà, la Cooperativa Sociale Placido Rizzotto – Libera Terra e la Cooperativa Sociale Pio La Torre – Libera Terra, impegnate sui beni confiscati a Cosa Nostra in Sicilia ed affidati al Consorzio di Comuni Sviluppo e Legalità. Le cooperative aderiscono a Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.
I terreni, confiscati a boss della risma di Brusca e Riina, erano stati lasciati fino al momento dell’assegnazione in totale stato di abbandono. Oggi le terre coltivate superano i 400 ettari, di cui 42 a vigneto.

Passione, impegno e competenza guidano la conduzione rigorosamente biologica dei vigneti, tutti siti nell’area dell’Alto Belice Corleonese, una zona particolarmente vocata alla produzione del vino di alta qualità. Scenari aperti e incontaminati, con picchi calcarei affioranti in un altopiano dalle altitudini medie molto elevate, rendono questo angolo del Mediterraneo luogo ideale per la crescita della vite. In vigna le rese sono sempre decisamente al di sotto dei limiti massimi consentiti dai disciplinari, mentre in cantina l’attenzione è tutta concentrata sul totale rispetto della naturalità dei prodotti e sulla loro capacità di esprimere i territori di provenienza.

Il marchio Centopassi, tratto dall’omonimo film di Marco Tullio Giordana, è dedicato a Peppino Impastato, giovane siciliano che ha dato la vita nella lotta contro la mafia.

Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0

Sito realizzato con SPIP 3.0.2 - Squelette ViaSPIP 2.1.10b