Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259

Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259
Voi a Davos, noi in tutto il mondo - "Acquadolce"
"Acquadolce"
 
Home > Campagne > Forum dei popoli > Voi a Davos, noi in tutto il mondo

Voi a Davos, noi in tutto il mondo

26 gennaio 2008

Gianluca Carmosino
[25 Gennaio 2008]

Quello in corso a Davos potrebbe essere ricordato come il primo summit sulla crisi mondiale. Che non è soltanto quella che tormenta in questi giorni la borse a causa della più complessa e profonda recessione dell’economia statunitense, quanto piuttosto quella che riguarda l’intero pianeta che, ubriaco di liberismo, si è lanciato negli ultimi venti anni oltre ogni limite imposto dalla natura alla crescita economica esponenziale con conseguenze terribili sulla vita di miliardi di persone e sull’ambiente.
A ricordarlo in centinaia di città di tutto il mondo sono milioni di persone che il 26 gennaio promuovono una giornata di mobilitazione globale per il Forum sociale mondiale [Fsm]. Qualche anno fa, organizzare un’iniziativa internazionale durante le giornate del World economic summit di Davos – dove si incontrano capi di stato e rappresentanti di multinazionali – per mostrare altre idee di società, sembrava una proposta da marziani. Oggi il Forum è un appuntamento importante per moltissime reti sociali e probabilmente la nuova formula, mille azioni globali in tutto il mondo invece di un unico grande appuntamento, sostiene e racconta in modo più adeguato i tentativi, sperimentati il tutto il mondo, per rovesciare immaginari, liberare spazi sociali, tutelare la dignità dei più esclusi, resistere a soprusi e iniquità, costruire nuovi legami conviviali.
E se la storia de cambiamenti sociali, come scrive lo storico statunitense Howard Zinn, è fatta da milioni di atti piccoli e grandi, che a un dato momento finiscono per cumularsi, fino a costituire una forza che nessun governo può reprimere, allora poco importa se a Dovos e al Quirinale il 26 gennaio si raccontano un’altra storia.

Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0

Sito realizzato con SPIP 3.0.2 - Squelette ViaSPIP 2.1.10b