Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259

Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259
La pasta di LIBERA - "Acquadolce"
"Acquadolce"
 

La pasta di LIBERA

Il grano usato per produrre questa pasta è frutto del lavoro delle Cooperative che gestiscono le terre confiscate alle mafie e degli agricoltori del sud Italia che ne condividono il progetto di riscatto. Prodotta con grano duro coltivato con metodo biologico certificato, dopo anni di sperimentazione sono state selezionate le migliori varietà autoctone per contenuto in glutine e proteine. Il grano viene seminato in autunno, coltivato con esclusiva concimazione organica e in rotazione con leguminose, ortive e foraggere. È diserbato esclusivamente con mezzi meccanici, senza l’utilizzo di alcuna sostanza di sintesi. La trebbiatura avviene tra metà giugno e fine luglio, a seconda delle annate e delle altitudini, comunque solo a piena maturazione. La semola è lavorata nel rispetto della tradizione dei maestri pastai ed essiccata a temperatura moderata per mantenere intatte le caratteristiche organolettiche e le proprietà nutrizionali.

La pasta Libera Terra, da sempre sinonimo di altissima qualità, da oggi è prodotta anche in Campania secondo la tradizione dei maestri pastai di Gragnano. La pregiatissima semola viene lavorata con metodo artigianale ed essiccata lentamente a basse temperature (45-50°C) in celle statiche, per mantenere inalterato lo straordinario gusto del miglior grano duro raccolto sui terreni confiscati alla camorra nel comune di Pignataro Maggiore (CE), unito a quello coltivato dalle cooperative che gestiscono i terreni confiscati alla mafia e dagli agricoltori campani e del sud Italia che ne condividono il progetto di riscatto. I Paccheri artigianali hanno contribuito alla costituzione della nuova Cooperativa, nel settembre del 2010, sui beni in Campania confiscati alla camorra, Le Terre di Don Peppe Diana - Libera Terra. La pasta è dedicata a don Peppe Diana, che a Casal di Principe, lottando contro i camorristi, non ha mai chinato la testa fino al giorno in cui venne vigliaccamente assassinato nella sua chiesa.

Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0

Sito realizzato con SPIP 3.0.2 - Squelette ViaSPIP 2.1.10b