Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259

Warning: array_shift() expects parameter 1 to be array, boolean given in /web/htdocs/www.acquadolce.org/home/config/ecran_securite.php on line 259
Il Comitato Acquapubblica Anzio- Nettuno ha compiuto un anno. - "Acquadolce"
"Acquadolce"
 
Home > Campagne > Acqua bene comune non merce > Il Comitato Acquapubblica Anzio- Nettuno ha compiuto un anno.

Il Comitato Acquapubblica Anzio- Nettuno ha compiuto un anno.

11 gennaio 2011

L’8 gennaio 2010 si è svolta la festa di "Compleanno" presso il Pub "Jackie
Brown", via S.Giovanni (Borgo Medievale di Nettuno),
che ha visto una
massiccia partecipazione soprattutto di giovani, con i quali il Comitato ha voluto intraprendere un contatto informativo e di coinvolgimento sul problema "acqua".

La scelta è stata ripagata da un’ampia risposta e per la prima volta a Nettuno si è visto l’interessamento e l’impegno delle nuove generazioni su un tema, spesso appannaggio delle classi di età più mature, che vivono in prima persona gli aumenti indiscriminati delle bollette e la preoccupazione
di un rapporto sempre più pesante con il Gestore privato che svolge un
servizio pessimo e sempre più agguerrito nel tartassare le famiglie,
spesso in difficoltà per far quadrare i conti di fine mese.

Quindi possiamo dire che il rapporto intrapreso con le nuove generazioni è stato fruttifero e l’organizzazione, che ha messo in campo un DJ Set che ha sfornato musica reggae, una diretta web sul sito acquapubblica.altervista.org/, video sparsi per tutta la festa, un banco di stuzzicanti aperitivi, torte dolci e salate, una riffa con in palio un cesto di prodotti del Commercio Equo e Solidale e tanta informazione con olantini, adesivi, striscioni, informazioni sulla richiesta di moratoria, la campagna referendaria e del suo autofinanziamento, una cronistoria fatta di articoli e comunicati sulle vertenze portate avanti dal Comitato nel primo anno di attività, è stata entusiasmante.

Possiamo dire che le nuove generazioni, se ben stimolate, rispondono con interesse, curiosità e idee nuove con le quali abbiamo il dovere di confrontarci, imparando da questa "onda" in continuo divenire, che tutti siamo parte della stessa Storia.

Parlare di acqua come bene comune significa, oltre che costruire democrazia, ricostruire la memoria storica di una comunità, consapevoli, per dirla con Gramsci, che: " La storia insegna, ma non ha scolari".

Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0

Sito realizzato con SPIP 3.0.2 - Squelette ViaSPIP 2.1.10b